Analisi del 2015

Grazie a tutti quelli che hanno avuto ilpiacere di leggere qualche pagina del mio blog. Spero vi siate divertiti per quest’anno… vedrete il prossimo!

Happy New Year!

 

I folletti delle statistiche di WordPress.com hanno preparato un rapporto annuale 2015 per questo blog.

Ecco un estratto:

Un “cable car” di San Francisco contiene 60 passeggeri. Questo blog è stato visto circa 3.600 volte nel 2015. Se fosse un cable car, ci vorrebbero circa 60 viaggi per trasportare altrettante persone.

Clicca qui per vedere il rapporto completo.

somewhere, over the rainbow…

Quale spunto migliore della nuova notizia che in tutti gli U.S.A. da oggi e’ possibile contrarre matrimonio anche tra persone dello stesso sesso. L’amore non ha piu’ limiti.

Adesso, tutti sono contenti, e tutti sono contrariati. I contrariati sono contrariati perche’ per loro e’ un affare indegno e indecoroso. I contenti sono contenti per ovvi motivi ma al contempo sono contrariati dall’essere contrariati dei contrariati. Chiaro il concetto? Amicizie che si distruggono a causa di visione diversa delle cose, contenti che non vogliono piu’ avere a che fare coi contrariati solo perche’ i primi si vantano di avere tantissimi amici di gaio spirito e non possono ammettere che ai loro (ormai ex) amici contrariati la cosa non sia di gradimento. E, ovviamente, viceversa. Donnine allegre fino alle soglie della menopausa che hanno finalmente deciso di mettere la testa a posto che annunciano con fierezza che la maggior parte dei loro amici sono omosessuali e che sono felicissime che il loro unico figlio, nato chissa’ come, possa decidere di amare chi vuole. (oddio, queste ultime due righe non mi vedono affatto in disaccordo, e’ l’ostentazione che mi lascia perplessa!).

Insomma un disastro di arcobaleno vestito.

Noi siamo abbastanza neutrali in merito, ma vuoi mettere la notizia succulenta che ispira un tale di mia conoscenza nell’invogliarmi ancor di piu’ nel cercarmi l’amica? Ho trovato un bel sito di incontri, e probabilmente da li’ provero’ a cercare qualcuna, con caratteristiche specifiche che mi piaccia, alla faccia dei contenti e dei contrariati. In fondo anche per me, se mi piace sono contenta, se non mi piace sono contrariata. De gustibus.

mostra omosex22-thumb

Ultimamente abbiamo avuto un piccolo contrattempo, per cui la famiglia, solo per il momento, non e’ piu’ in espansione. Per questa ragione mio marito ha messo in atto la teoria per cui per tutto l’intero mese io debba ricevere le sue attenzioni esclusivamente nelle retrovie. Ma come? se mi hanno detto di riprendere le attivita’ regolari gia’ dieci giorni dopo l’avvenimento nefasto causa benessere dell’utero? Eh no! Per un mese ti tieni la voglia e impari a godere in altri modi, c’e’ sempre da imparare nella vita… cosi’ quando riprenderemo le attivita’ regolari sarai bella carica e vedrai che la cosa fara’ bene a tutti,  inoltre  se mentre cerchi l’amica ne trovi una superdotata nella meta’ superiore e pure in quella inferiore, vedrai che l’allenamento nelle retroguardie ti sara’ di grande aiuto e di spunto per ricevere contemporaneamente piacere.

A questo punto non so bene se la cosa suoni come una minaccia o una piacevole e giocosa proposta di sperimentazione. Che vuoi rispondere? Devo ammettere che la penetrazione contromano tocca evidentemente dei punti salienti, per cui dopo i primi attimi di trauma sento tutte le labbra di cui sono dotata diventare bollenti e pulsare, pronte come se si gonfiassero di quel piacere in cui dovrebbero esplodere. Pero’ risponderei, molto semplicemente… almeno usa un lubrificante, porca miseria, e’ vero che la storia di sottomissione, penetrazione brusca, strade strette e culi rotti risulta molto eccitante per la maggior parte degli uomini, ma se mi fai male non gioco piu’! Mannaggiatte’!

perche’ un blog

Ho un marito che viaggia per lavoro. O meglio: il viaggio E’ il suo lavoro. L’ho trovato cosi’, mi e’ piaciuto e ormai me lo tengo. A volte non sono proprio sicura che il suo sia un vero lavoro, a volte mi scopro a pensare che stia partendo per una vacanza calda, lunga e senza pensieri percio’…

…quando hai un marito che vive “in vacanza” da casa per piu’ di meta’ dell’anno due sono le cose che puoi fare: o ti infili nella sua valigia o lo aspetti! Il mio destino e’ proprio quello di aspettarlo, e da quando lo aspetto sono diventata una moglie insoddisfatta! Status che e’ comunque variabile, perche’ per quel poco che e’ a casa a modo suo mi rifocilla di tutte le insoddisfazioni subite (specialmente fisiche) a meno che… non decida di farsi pregare! Ma e’ una lunga storia!

Da qui’ il desiderio di confidare ad una pagina le cronache delle mie insoddisfazioni, per riderci un po’ su e condividerle con chi, come me aspetta un marito di ritorno da chissa’ dove!

Buon divertimento!