I pregi della sveltina

Anche se qualcuno e’ ancora scettico, io Penelope, quella che scrive, sono una donna, e in quanto tale amo i preliminari.

Mio marito, l’oggetto del mio blog, e’ un uomo, e in quanto tale come e’ e’, se ho voglia vieni a farti trapanare, se ne ho un po’ meno con una bella preghiera posso concederti di sculacciarti e poi se ne parla.

A meta’ strada c’e’ la sveltina, una situazione veloce, massimo quindici minuti, che soddisfa piu’ o meno tutti, bruci calorie ma spesso non necessita di una doccia ristoratrice. Si trovano interessanti articoli al riguardo in giro ad esempio:

“La Society for Sex Therapy and Research che rilevando nel lasso di tempo tra i 3 e i 13 minuti la durata ideale di un incontro sessuale, legittima il ‘mordi e fuggi’ come l’attività strettamente necessaria per una piena soddisfazione erotica, corroborante per la salute psicofisica e concentrato di vitalità per la barbosa routine di letto.“
Addirittura “Uno studio tedesco su pazienti affetti da emicrania e cefalea a grappolo dimostra che farlo combatte il dolore. E così crolla un alibi per non farlo!”

Ora, quando non abbiamo il Capo tra i piedi, anche noi ci appendiamo al lampadario come faceva la cougar con Eustachio, recuperando trutto il sopito, ma quando il Capo e’ tra noi… letteralmente tra noi, come fare? Mmm… beh, in primis spostarlo da un lato senza svegliarlo, il malefico’ e poi il campo e’ quasi libero cosi’ una bella dose di passione aiuta a dormire bene oppure a cominciare bene la giornata.

Devo ammettere che non sempre la sveltina, in quanto tale, sia totalmente appagante anche per me, pero’ mi sono accorta che quello che mi appaga e’ l’atto in se’, il fatto che sia improvviso, piu’ o meno silenzioso, veloce. Ed e’ appagante soprattutto quando non succede a letto, ma in situazioni di momentanea solitudine e col pericolo che presto torni qualcuno… ad esempio mentre sono in cucina a preparare il pranzo ed e’ quasi ora che arrivino gli altri… ecco se c’e’ qualcuno in arrivo da un momento all’altro trovo sia la cosa piu’ eccitante del mondo. Insomma, con un bel bicchiere di vino le sveltine vengono bene come non mai.

7-sveltina

Ma il bello sta proprio nel fatto che io non raggiunga l’apice. Il tutto rientra nelle sadiche visioni di mio marito sulla vita di coppia, in generale, e nostra in particolare. Se io non raggiungo il piacere e resto sospesa mentre lui conclude e pensa gia’ ad altro, oppure  si addormenta, il mio essere troia aumenta, come la temperatura in un termometro, tormentata dal piacere non assaporato, e i miei fluidi, i miei umori iniziano a colare in segno di protesta cosi’ che alla prossima sessione il mio corpo frema dal desiderio e lo preghi in ginocchio offrendogli il culo come pegno d’amore…stretto e morbido. Un segno di sottomissione talmente eccitante che, pero’, rischia di bissare la sveltina…

Annunci

4 pensieri su “I pregi della sveltina

  1. gigifaggella ha detto:

    Sempre illuminante…spesso non si pensa che la sveltina è un po’ egoismo maschile che lascia il piacere della donna a metà…ma tu ne hai descritti i pregi anche dal lato femminile… 😉

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...